Back to home
Basketball, News, Sportswear

AIR JORDAN IV “BRED” – BEYOND GENERATIONS

BEYOND GENERATIONS

AIR JORDAN IV “BRED”

Si sono conosciuti quattro anni fa, quando Marco ha dato ad Andrea un paio di Jordan per il suo primo video. Oggi, in occasione del lancio di Air Jordan IV OG “BRED”, i due sneakerhead italiani si ritrovano per parlare del passato, del presente e del futuro della sneaker culture.

Anche se condividono la stessa passione, Marco e Andrea appartengono a due generazioni completamente diverse. Marco Evangelisti, collezionista e ambassador Jordan fin dai primi anni ’90, ci ha mostrato la sua straordinaria collezione personale e la selezione che si trova da Back Door Bottega, il suo negozio di sneakers a Bologna. Andrea Capone, giovane filmmaker, sneakerhead e appassionato di cultura street, condivide con noi le sue idee personali sul brand e sulla cultura Jordan, dando voce a una nuova generazione di appassionati.

MARCO

@EVANGA

La passione di Marco è iniziata da bambino. Aveva solo 12 anni quando ha visto per la prima volta un video di Michael Jordan e ha capito che voleva diventare in tutto e per tutto come lui. È così che ha iniziato a seguire l’NBA, a giocare a basket e a chiedere insistentemente ai suoi genitori il suo primo paio di Jordan V.

Sono passati 25 anni da quella prima sneaker. Da allora, Marco ha collezionato più di 800 modelli e ha deciso di aprire un negozio per condividere la sua passione e insegnare ai giovani la storia del suo idolo sportivo. “All’epoca, compravo le scarpe perché volevo essere a tutti i costi come Mike e indossare quello che indossava lui, sul parquet e fuori”.

“Per me, Jordan IV ‘BRED’ rappresenta uno dei momenti più importanti nella carriera di Jordan: il tiro subito da Craig Ehlo e dall’intera squadra di Cleveland. Questo avvenimento ha segnato l’inizio di una delle dinastie più importanti del basket targato NBA”, ricorda Marco.

ANDREA

@ANDREACPN

Nato nel 1995, Andrea ha scoperto His Airness grazie a Space Jam e ricorda: “Ho guardato quel film almeno un centinaio di volte”. La sua passione per le sneakers, però, è iniziata più tardi, quando ha acquistato il suo primo paio di Jordan VI Infrared nel 2014. Pur essendo abituato a stare dall’altra parte dell’obiettivo, stavolta Andrea è davanti alla telecamera per offrire la sua prospettiva di giovane collezionista.

Agli occhi di Andrea, MJ è ancora una leggenda, “ma, allo stesso tempo, credo che le collaborazioni con artisti e creativi arricchiscano il brand, dando vita a nuove storie e creando legami autentici con i fan più giovani. Vedere il logo Jumpman sulle divise del Paris Saint-Germain o ai piedi degli skater di tutto il mondo è per me una grandissima emozione”.

Sono passati 30 anni dal debutto di Jordan IV “BRED”, eppure il suo stile non passa mai inosservato. “Io non c’ero”, spiega Andrea, “ma a distanza di 30 anni le persone la indossano ancora in tutto il mondo, e credo che abbia lasciato un segno davvero indelebile. […] Quello che mi rende più felice è il ritorno della silhouette nel suo design originale: sono entusiasta di rivederlo”.

BRED

AIR JORDAN IV

Per festeggiare il 30° anniversario di Air Jordan IV, l’iconica silhouette ritorna nella colourway della prima edizione del 1989, con tutti i dettagli originali, come il logo Nike Air sul tallone e sulla suola, e il packaging e le etichette identici a quelli della prima versione.

Marco e Andrea non vedono l’ora di indossare la nuova Air Jordan IV. “Le versioni di Air Jordan IV ‘BRED’ le ho davvero tutte; questa che indosso oggi è del 2012 e ha il logo Jumpman sul tallone. Sono molto felice che sia ritornata con Nike Air ora”, spiega Marco.

JORDAN.COM

 


 


By TSW, 3 Maggio 2019

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere gli aggiornamenti settimanali
INSTAGRAM

@thesportswear_mag